Filtri Ricerca
Cerca tra i contenuti: Argomenti: Anno di Riferimento: Magazine n° Autore: Cerca
La Redazione
Oltre 300 articoli disponibili
Gli articoli dei Ligabue Magazine sono acquistabili in formato digitale direttamente nel sito. Cerca l'argomento o l'autore che più ti interessa
Novità per abbonamenti
Ligabue Magazine n° 72
Abbonati Subito
I Tau't Bato: gli ultimi cavernicoli

Testo di:
Giancarlo Ligabue

Fotografie:
Archivio National Geographic - Mino Damato - Carlos Fernandez - Giancarlo Ligabue - Sergio Manzoni - John Nance

AGGIUNGI

Versione digitale subito disponibile *

Versione pdf€ 2,00

* Le versioni digitali dal n. 1 al 57 sono ottenute da una scansione del Magazine. Potrebbero pertanto presentare delle imperfezioni nella visualizzazione dei testi e delle immagini.

Anteprima Articolo

Nel 1979, una spedizione scientifica del Museo Nazionale di Manila portò all'attenzione del mondo l'esistenza di un gruppo umano del tutto sconosciuto, i Tau't Bato, che vive isolato nelle foreste dell'isola di Palawan, fermo ad uno stadio di cultura preistorico.
L'arcipelago delle Filippine, ponte naturale, fin dalle epoche glaciali, tra il Sud-Est asiatico e l'Australasia, corridoio attivo del passaggio di genti paleo-indonesiane e della fauna plio-pleistocenica, è stato ed è oggetto di particolare attenzione da parte del Centro Studi Ricerche Ligabue, perché nessun'altra zona del mondo offre tanto e così vario materiale per uno studio delle culture antiche attraverso modelli viventi quali quelli forniti dalle popolazioni primitive attuali: dai cacciatori-raccoglitori di Palawan ai cacciatori Ilongot, dagli agricoltori di riso Ifugao ai pescatori nomadi di Sulu come i Moros e i Badjao.
Le Filippine, un vero e proprio "puzzle" etnico, dove si mescolano popoli, tradizioni e lingue diverse, avevano già fornito in un recente passato sensazionali sorprese dal punto di vista etnologico: ultima era stata la scoperta, nel sud di Mindanao, di un gruppo di cavernicoli raccoglitori, non più di 25 individui in tutto, che vivevano nel folto delle foreste pluviali: i Tasadays.
Poi la sorprendente scoperta a Palawan, dei Tau't Bato, e per noi la possibilità di visitare e studiare tra i primi questa interessantissima comunità di proto-agricoltori che dimore in caverne, perpetuando una tradizione di vita che l'archeologia della stessa isola ci rivela plurimillenaria.

Procedi con l’acquisto per leggere tutto l’articolo...
Informazioni articolo
Articolo contenuto nel
Ligabue Magazine 14

Vai al Magazine