Filtri Ricerca
Cerca tra i contenuti: Argomenti: Anno di Riferimento: Magazine n° Autore: Cerca
La Redazione
Oltre 300 articoli disponibili
Gli articoli dei Ligabue Magazine sono acquistabili in formato digitale direttamente nel sito. Cerca l'argomento o l'autore che più ti interessa
Novità per abbonamenti
Ligabue Magazine n° 76
Abbonati Subito
Cipro e il Mare

Testo di:
Vassos Karageorghis

Fotografie:
Archivio C.S.R. Ligabue e altre fonti

AGGIUNGI

Versione digitale subito disponibile *

Versione pdf€ 2,00

* Le versioni digitali dal n. 1 al 57 sono ottenute da una scansione del Magazine. Potrebbero pertanto presentare delle imperfezioni nella visualizzazione dei testi e delle immagini.

Anteprima Articolo

Il carattere insulare di Cipro e la presenza di ricche miniere di rame hanno da sempre condizionato l'evoluzione economico-politico-culturale dell'isola.
Nell'VIII millennio a.C., i primi abitanti, a bordo di piccole imbarcazioni solcarono gli stretti bracci di mare che separano la costa di Cipro da quelle dell'Asia Minore e della Siria/Palestina e, da quel momento, i Ciprioti non hanno mai cessato le relazioni con i loro vicini del bacino Mediterraneo.
Anche se non è possibile parlare di vero e proprio commercio nel III millennio a.C., fu allora che apparvero a Cipro i primi oggetti di provenienza straniera, ovvero perle di ceramica e vasi di alabastro.
Essi provenivano dall'Asia Minore e portavano nuovo tecnologie come la metallurgia e alcune altre specificità culturali ed artistiche. Con l'inizio del II millennio a.C., grandi navi, in rotta nel Mediterraneo, resero possibile il trasporto di merci pesanti ed ingombranti come buoi, cavalli e lingotti di rame. Il bue ed il cavallo fecero la loro prima apparizione nell'isola con la fine del III millennio e debbono aver rivoluzionato la vita dei ciprioti specialmente per quanto riguardava l'agricoltura e i trasporti.

Procedi con l’acquisto per leggere tutto l’articolo...
Informazioni articolo
Articolo contenuto nel
Ligabue Magazine 29

Vai al Magazine